giovedì, Luglio 25, 2024
HomeSportCalcioDue squilli a Chiavari ed il Venezia vince la prima partita in...

Due squilli a Chiavari ed il Venezia vince la prima partita in trasferta contro l’Entella per 0-2

Tempo di lettura: 4 minuti

CHIAVARI – Nel recupero della quinta giornata di campionato di Serie BKT, il Venezia è ospite all’Aldo Gastaldi di Chiavari, della Virtus Entella.

Gli arancioneroverdi sono reduci dalla prima sconfitta fuori casa rimediata al Mapei Stadium con la Reggiana, mentre i liguri sono alla ricerca del primo successo stagionale.

Pesanti le assenze per mister Zanetti che dovrà fare a meno di Maleh, Crnigoj e Bjarkason per gli impegni con le rispettive Nazionali. Inedito schieramento per i leoni che scendono in campo con Forte solo davanti, ed il tridente Aramu, Johnsen e Capello alle sue spalle.

Mister Tedino deve fare i conti con l’assenza di Paolucci per squalifica. L’Entella scende in campo con la coppia d’attacco Brunori – De Luca e Morosini a supporto. Brescianini sostituisce Crimi a centro campo.

Photocredits: Facebook @veneziafc

Sul campo le squadre partono con grinta e all’ottavo minuto arriva il primo brivido per i tifosi lagunari: Brescianini di testa, Lezzerini respinge e De Col mette la palla in rete da posizione irregolare. L’arbitro Camplone annulla il goal confermando la posizione di off-side.

La prima occasione per la squadra ospite arriva al 12′: gran punizione di Aramu che la barriera devia di poco sopra la traversa.

Con il trascorrere dei minuti, le due squadre calano il ritmo di gioco senza creare delle vere e proprie occasioni goal ed il primo tempo si conclude a reti inviolate.

Gli arancioneroverdi hanno dimostrato un buon lavoro fino alla trequarti, che però si vanifica nella fase conclusiva.

Nella ripresa è la squadra di mister Zanetti a prendere in mano il pallino della partita.

Photocredits: Facebook @veneziafc

Passano solo 4 minuti e al 49’ sono i leoni a sbloccare la partita: Aramu da calcio d’angolo, tocco di Ceccaroni, Forte e Pellizzer vanno sul pallone sottoporta, l’ultimo tocco è del difensore ligure che insacca nella propria porta alle spalle di Borra.

La Virtus prova a reagire ma gli arancioneroverdi hanno messo la freccia e ci riprovano al 56’: calcio d’angolo, palla fuori area per Felicioli che prova il tiro ma Borra a pugni chiusi respinge.

Mister Tedino prova a raddrizzare la partita con un paio di cambi: Cardoselli e Mancosu prendono il posto di Morosini e Brunori ma il leitmotiv della partita non cambia e sono gli arancioneroverdi che impongono il gioco.  L’Entella si fa pericolosa al 67’: il nuovo entrato Mancosu libera De Luca che di destro impegna Lezzerini che respinge.

Tedino cambia ancora spingendo sull’attacco: Cleur e Petrovic al posto di Currarino e Poli.

Zanetti inserisce Taugourdeau al posto di Vacca.

Il raddoppio per i leoni arriva al 76’: calcio d’angolo di Aramu, grandissima incornata di Ceccaroni che insacca alle spalle di Borra.

Triplice sostituzione all’88 per gli arancioneroverdi: escono Forte, Johnsen e Mazzocchi ed entrano Bocalon, Svoboda e St Clair. 

C’è tempo per un’ultima occasione per gli ospiti: punizione di Taugourdeau, gran girata di Capello che però non inquadra lo specchio della porta.

Al 90’+4 con il triplice fischio di Camplone termina l’incontro con il risultato di Virtus Entella – Venezia 0-2.

Photocredits: Facebook @veneziafc

Mister Zanetti ha così commentato l’incontro:

“Oggi abbiamo fatto una partita da squadra matura in un match non semplice, che arrivava dopo una sconfitta difficile da digerire come quella di Reggio Emilia. Volevamo a tutti i costi reagire e dare un segnale, soprattutto a noi stessi, perchè i ragazzi stanno lavorando molto bene e ci tengono tantissimo a far bene. Il bello del calcio è che c’è sempre la possibilità di rifarsi ed oggi abbiamo vinto meritatamente contro una squadra che voleva assolutamente batterci. Siamo stati bravi non solo da un punto di vista tattico, ma anche di temperamento e di mentalità. Tatticamente dobbiamo essere duttili, stiamo lavorando in questo senso da inizio stagione ed ho dei giocatori intelligenti che mi consentono di farlo. Oggi i ragazzi hanno voluto vincere la partita a tutti i costi, mettendo in campo grande cuore e credo che la scorsa partita ci abbia insegnato qualcosa. Come detto in settimana, dobbiamo essere umilmente ambiziosi, il nostro primo obiettivo è quello di salvarci prima possibile e sognare i playoff; quando e se ci arriveremo, faremo eventualmente altri tipi di sogni. Parlando dei singoli, – ha aggiunto mister Zanetti – Vacca sta facendo un inizio di campionato strepitoso e sa incarnare benissimo il nostro spirito. In campo sa dettare i tempi e riesce a replicare in partita quello che si prova in settimana e da un punto di vista tecnico è da categoria superiore. Capello ha svolto egregiamente il compito che gli avevamo affidato, è un ragazzo con qualità e la sua duttilità tattica ed il suo spirito possono essere determinanti; oggi avevamo preparato la sfida in maniera differente tra fase offensiva e difensiva e lui ha interpretato molto bene questo ruolo. Ora abbiamo un’altra trasferta difficilissima, la affrontiamo da una buona posizione in classifica e dovremo scendere in campo con lo spirito di oggi, cercando di essere umili ma consapevoli della nostra forza con la palla tra i piedi.”

I leoni si aggiudicano con merito i tre punti di questa importante trasferta che gli permette di raggiungere il Frosinone al terzo posto in classifica. Dopo un primo tempo un po’ sottotono, nella ripresa gli arancioneroverdi hanno messo la freccia e dominato per tutto il secondo tempo. I liguri poco convincenti devono rimandare l’appuntamento con la prima vittoria stagionale, rimanendo incagliati al penultimo posto in classifica.

Sabato prossimo, in occasione dell’ottava giornata di campionato, i lagunari giocheranno in trasferta ospiti del Brescia, mentre la Virtus Entella sarà ospite dell’Ascoli.

Most Popular

Recent Comments