sabato, Luglio 13, 2024
HomeTecnologiaRagazze e tecnologia: oltre 300 da tutta Italia rispondono all'invito di Ca'...

Ragazze e tecnologia: oltre 300 da tutta Italia rispondono all’invito di Ca’ Foscari e IBM

Tempo di lettura: 2 minuti

Progetto “NERD?: non è roba per donne?” Oggi primo incontro virtuale e poi laboratori di gruppo per conoscere, sperimentare e amare l’informatica

VENEZIA – Oltre 300 studentesse delle scuole superiori da tutta Italia hanno iniziato oggi con l’Università Ca’ Foscari Venezia un percorso alla scoperta delle competenze digitali ideato nel 2012 da IBM con la Sapienza e coordinato da IBM in tutto in nostro paese. Il progetto si chiama “NERD?” acronimo di “non è roba per donne?” ed è alla prima edizione cafoscarina. L’obiettivo è dimostrare che anche le ragazze sono portate per scienza e tecnologia e trasmettere loro la passione per l’informatica.

Le attività sono iniziate oggi, in modalità telematica con l’incontro inaugurale in plenaria, aperto dal direttore del Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica, Salvatore Orlando, e dal direttore del Collegio Internazionale Marco LiCalzi. Le studentesse avranno la possibilità di conoscere i corsi di laurea triennale in Informatica e in Ingegneria Fisica offerti dall’ateneo veneziano, incontrando la ricercatrice Mara Pistellato e il professor Stefano Bonetti. Floriana Ferrara, CSR Leader di IBM presenterà il progetto. A coordinare l’incontro la ricercatrice Fabiana Zollo, responsabile del progetto per Ca’ Foscari.

Le giovani che hanno risposto all’invito di Ca’ Foscari provengono dalle classi terze, quarte e quinte di scuole superiori del Nordest, ma non solo: numerosa la partecipazione anche da Lombardia, Piemonte e Sicilia.

Dopo l’incontro di benvenuto, le ragazze partecipanti formeranno dei gruppi di 3-4 studentesse per sviluppare in gruppo un ​chatbot cognitivo su una tematica a scelta. Il lavoro, una volta consegnato, sarà valutato da una commissione che premierà i lavori più meritevoli secondo criteri di originalità, innovazione e complessità tecnologica.  

A causa della emergenza sanitaria tutti gli incontri e i laboratori si svolgeranno in modalità online. IBM si occuperà della preparazione del materiale formativo, della conduzione dei laboratori, insieme ai suoi partner, e della messa a disposizione gratuita dei servizi offerti da IBM Cloud.

Most Popular

Recent Comments