giovedì, Luglio 25, 2024
HomeNotizie Locali ItaliaVenezia MetropolitanaL’assessore Costalonga interviene all’assemblea annuale dei soci dell’Associazione piazza San Marco a...

L’assessore Costalonga interviene all’assemblea annuale dei soci dell’Associazione piazza San Marco a Venezia

Tempo di lettura: < 1 minuto

VENEZIA – Prima uscita pubblica per il neo assessore al Commercio e alle attività produttive, Sebastiano Costalonga, che è intervenuto questo pomeriggio all’hotel Monaco & Grand Canal all’assemblea annuale dei soci dell’Associazione piazza San Marco.

Portando i saluti dell’Amministrazione comunale, l’assessore ha sottolineato l’importanza di lavorare per uno sviluppo sostenibile della città, puntando su un turismo di qualità che valorizzi e tuteli le peculiarità della città storica e del territorio comunale.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato l’assessore – è analizzare il trend di mercato in questo periodo di difficoltà dettato dall’emergenza Coronavirus e realizzare una piattaforma sinergica che metta insieme le diverse realtà cittadine, imprenditoriali e culturali, per rilanciare l’offerta turistica di qualità. L’auspicio – ha aggiunto – è che Venezia torni ad essere crocevia tra Oriente ed Occidente promuovendo occasioni di visita per più giorni della città e scoraggiando invece il turismo “mordi e fuggi”, spesso poco rispettoso della fragilità del capoluogo lagunare”.

Portando i saluti dell’Amministrazione comunale, l’assessore ha sottolineato l’importanza di lavorare per uno sviluppo sostenibile della città, puntando su un turismo di qualità che valorizzi e tuteli le peculiarità della città storica e del territorio comunale.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato l’assessore – è analizzare il trend di mercato in questo periodo di difficoltà dettato dall’emergenza Coronavirus e realizzare una piattaforma sinergica che metta insieme le diverse realtà cittadine, imprenditoriali e culturali, per rilanciare l’offerta turistica di qualità. L’auspicio – ha aggiunto – è che Venezia torni ad essere crocevia tra Oriente ed Occidente promuovendo occasioni di visita per più giorni della città e scoraggiando invece il turismo “mordi e fuggi”, spesso poco rispettoso della fragilità del capoluogo lagunare”.

Most Popular

Recent Comments