venerdì, Luglio 19, 2024
HomeSportCalcioTerza vittoria consecutiva per il Venezia. Allo stadio Adriatico con il Pescara...

Terza vittoria consecutiva per il Venezia. Allo stadio Adriatico con il Pescara finisce 0-2

Tempo di lettura: 4 minuti

PESCARA – Nella ventitreesima giornata del Campionato di Serie BKT, il Venezia è ospite del Pescara.

I Leoni, reduci dalla vittoria casalinga con la Cremonese, sono alla ricerca dei tre punti per confermare la zona playoff della classifica. Il Pescara arriva dal brillante pareggio in trasferta con la capolista Empoli, i biancazzurri sono alla ricerca della vittoria casalinga che non arriva dal 19 dicembre scorso.

Mister Zanetti, privo del bomber Francesco Forte, fuori per un problema di salute, opta per il 4-3-3: In avanti, trova posto da titolare Bocalon che con Aramu e Di Mariano formano il tridente d’attacco. Taugordeau in regia, con Maleh e Crnigoj sulle fasce. Pomini fra i pali al posto dell’infortunato Lezzerini.

Mister Breda schiera il 3-5-2: In avanti il tandem Odgaard – Machin, in cabina di regia Valdifiori, difesa a tre con Soresen, Bocchetti e Scognamiglio.

In campo, dopo i primi minuti di sostanziale equilibrio giocati nella mediana, sono gli arancioneroverdi a mettere la freccia, sbloccando il risultato al 15’: corner dello specialista Taugourdeau, interviene di testa il difensore biancazzurro Soresen che nel cercare la deviazione in out, trova la propria porta beffando Fiorillo. 

I leoni prendono in mano il pallino della partita e si fanno nuovamente pericolosi al 21’ con un tiro dai 25 metri di Aramu che Fiorillo riesce a respingere.

I lagunari si fanno nuovamente pericolosi al 29’: errore clamoroso di Scognamiglio che lascia campo aperto a Bocalon che solo davanti al portiere, si divora il goal del raddoppio. Sugli sviluppi dell’azione precedente, da corner, arriva un pallone che Bocalon di testa gira in porta, Fiorillo riesce a deviare sopra la traversa.

Si arriva al termine della prima frazione. Gli arancioneroverdi sono meritatamente avanti grazie all’autorete di Soresen. Il Pescara in evidente difficoltà, fatica a gestire l’arrembaggio dei leoni e soprattutto fatica a ripartire.

Breda prova a cambiare strategia e nella ripresa opta per una tripla sostituzione, una per reparto: restano negli spogliatoi Soresen, Masciangelo e Odgaard, al loro posto Balzano, Nzita e Ceter.

Il Pescara sembra crederci di più ma entrambe le squadre non riescono ad arrivare a conclusioni pericolose.

Tripla sostituzione anche per Zanetti: fuori Di Mariano, Bocalon e Taugourdeau, dentro Esposito, Johnsen e Fiordilino.

I minuti scorrono veloci, altri cambi, al 72’ Aramu lascia il posto a Dazi. Passano due minuti ed al 74’ arriva il secondo goal per i lagunari: da calcio d’angolo, batte proprio il neo-entrato Dazi, capitan Modolo salta più in alto di tutti e di testa buca la porta di Fiorillo. Pescara 0, Venezia 2.

Provano a reagire i padroni di casa e la prima occasione arriva al 76’: Calcio di punizione di Machin, Scognamiglio ci prova di testa, ma Pomini è attento. 

I biancazzurri si fanno nuovamente pericolosi all’83’ con un tentativo di Tabanelli da fuori area, Pomini respinge con i pugni. 

Il Pescara ha l’occasione per accorciare le distanze all’85’: traversone in area di Nzita, Ceter va giù in area dopo un contatto con Felicioli, l’arbitro Illuzzi indica il dischetto, calcio di rigore. È lo stesso Ceter che ci prova dagli undici metri ma spara il pallone sulla curva sopra la traversa.

Si arriva al 90’ e dopo quattro minuti di recupero, con il triplice fischio di Illuzzi termina l’incontro con il risultato di Pescara Venezia 0-2.

Photocredits: Facebook @veneziafc

In sala stampa mister Zanetti commenta l’incontro:

LA PARTITA: “Dobbiamo lavorare tutti i giorni per migliorarci e sono convinto che ci sia ancora margine per crescere. In questo momento abbiamo tanti giocatori che si stanno esprimendo ad un livello importante e questo mi regala ampia scelta, anche nelle partite ravvicinate. Oggi è stata una partita in controllo quasi totale, dopo un primo tempo nel quale potevamo avere anche un vantaggio più cospicuo; abbiamo giocato con la giusta mentalità e con la giusta gestione da un punto di vista tecnico mettendo in campo le nostre idee.”

LA SQUADRA: “La preparazione alla partita per una squadra come la nostra è determinante; avevo visto bene i ragazzi e quello che abbiamo visto oggi è stato lo specchio del lavoro fatto in settimana. Abbiamo dimostrato il nostro carattere in una partita tutt’altro che facile, in cui era fondamentale giocare con la giusta mentalità. Il Pescara aveva bisogno estremo di vincere però oggi hanno affrontato un Venezia FC che ha giocato sui suoi livelli. Forte non ha giocato a causa di una infiammazione alla pianta del piede, fortunatamente non è nulla di grave perchè è un giocatore importante, ma sappiamo anche di avere altri giocatori che possono dare il loro contributo ed ho scelto di tenerlo a riposo. Abbiamo dimostrato di poter vincere lavorando di squadra ed è un aspetto importante, perchè oltre a Francesco in questo periodo abbiamo perso anche Vacca e Lezzerini che sono delle colonne della squadra e nonostante le loro assenze stiamo facendo bene con testa e qualità. Questo è un gruppo forte che rema nella stessa direzione.”

IL CAMPIONATO: “La classifica di oggi è importante, che ci deve dare consapevolezza nei nostri mezzi e poco altro. Abbiamo tanta fame, il nostro primo obiettivo è quello della salvezza, e lo dico non per nasconderci ma perchè per come siamo fatti dobbiamo sempre mettere in campo tutti noi stessi. Ci mancano probabilmente un paio di vittorie per arrivarci e quando ci arriveremo sposteremo i nostri obiettivi, ma credo che questa squadra debba continuare a lavorare con la giusta umiltà mettendo un mattoncino dopo l’altro.”

Terza vittoria consecutiva per i ragazzi di mister Zanetti che li proietta ad un punto dalla seconda in classifica.

Nella prossima giornata di campionato, i ragazzi di mister Zanetti ospiteranno al Penzo la Virtus Entella, mentre il Pescara di mister Breda sarà ospite del Frosinone.

Most Popular

Recent Comments