mercoledì, Giugno 12, 2024
HomeSportCalcioFinisce 1-1 la sfida fra le due neopromosse in Serie A. Venezia...

Finisce 1-1 la sfida fra le due neopromosse in Serie A. Venezia ed Empoli si dividono la posta

Tempo di lettura: 4 minuti

VENEZIA – Nella ventiduesima giornata del campionato di Serie A, i ragazzi di mister Zanetti ospitano al Pier Luigi Penzo la formazione dell’Empoli di mister Andreazzoli.

I leoni, reduci dalla sonora sconfitta casalinga con il Milan per tre a zero, scendono nuovamente sul campo del Penzo alla ricerca dei tre punti in palio quest’oggi per tenersi a debita distanza dalla zona calda della classifica. I toscani, dopo la clamorosa cinquina rimediata in casa con il Sassuolo (1-5), sbarcano a Sant’Elena per giocare la partita del riscatto.

Brutte notizie dall’infermeria del Venezia, nella giornata di ieri sono risultati positivi al Covid-19 quattro tesserati della prima squadra: Romero, Mazzocchi, Haps e Johnsen.

Mister Zanetti schiera il 4-3-3: in difesa rientra Caldara, con Molinaro ed Ampadu sull’out. A centrocampo è Tessman a salire in cabina di regia con Cuisance titolare dal primo minuto sulla fascia sinistra. Il reparto offensivo si affida al tridente Aramu – Henry – Kiyine.

Mister Andreazzoli si affida al 4-3-2-1: in difesa Tonelli prende il posto dello squalificato Viti, Fiamozzi sull’out di sinistra e Stojanovic sul lato opposto. In mediana è Ricci a salire in cabina di regia. In avanti, Pinamonti è unica punta con Henderson e Bajrami a supporto.

Prima del fischio d’inizio, la curva sud arancioneroverde ha intonato un coro per l’ex portiere del Venezia Guglielmo Vicario, cresciuto con la squadra lagunare della Serie D alla Serie B.

Anche i supporters del Club Alta Marea hanno voluto salutare Vicario con uno striscione che recita un affettuoso “tegolina uno di noi”. In tarda serata arriverà il messaggio di ringraziamento di Guglielmo Vicario: “Grazie di cuore per lo striscione e l’accoglienza a tutto il Club Alta Marea. Un abbraccio grande e buon campionato, sarete sempre del mio cuore”.

In campo inizio decisamente a trazione Empoli.

La prima occasione è per gli ospiti al 13’: Pinamonti scalda i guanti di Lezzerini con una bellissima girata di testa su azione da corner, l’estremo difensore arancioneroverde si fa trovare pronto.

Sono ancora gli ospiti cinque minuti dopo a farsi nuovamente pericolosi con Zurkowski che fa partire una sassata dai 25 metri, il tiro si spegne di poco a lato del secondo palo.

Al 20’ arriva la reazione dei padroni di casa: Cuisance libera Aramu con una gran intuizione in verticale, il dieci arancioneroverde libera il sinistro ma Vicario risponde deviando sopra il montante.

Sono i toscani a sbloccare il risultato al 26’: traversone in area di Bandinelli, Zurkowski riesce a seminare Kiyine ed insaccare al volo il pallone alle spalle di un incolpevole Lezzerini. Venezia 0, Empoli 1.

I leoni sembrano incapaci di reagire e subiscono le incursioni ospiti.

Al 28’ i toscani vanno vicini al raddoppio: cross al centro di Bjrami che viene spizzato da Zurkowski, Lezzerini fa suo il pallone in due tempi.

Buona occasione per i lagunari al 32’: Henry va in ripartenza e pennella per Crnjgoi che da posizione favorevole spreca malamente in curva.

Al 35’ mister Zanetti prova correre ai ripari con una doppia sostituzione: escono Tessmann e Kiyine, al loro posto inserisce rispettivamente Vacca e Okereke.

Al 43’ sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi: Zurkowski approfitta di un errore di Molinaro e libera il tiro, la sfera esce di poco a lato.

Il direttore di gara concede due minuti oltre il novantesimo e manda le squadre negli spogliatoi con il parziale di Venezia 0, Empoli 1.

Una prima frazione dominata dalla squadra ospite con arrembaggi continui alla porta di Lezzerini.

I toscani chiudono il primo tempo meritatamente in vantaggio grazie alla rete dell’infaticabile Zurkowski. Gli Arancioneroverdi quasi intimoriti dagli avversari non riescono a dare dimostrazione di carattere faticando parecchio nella costruzione del gioco. Aramu riesce ad impegnare Vicario su una buona intuizione di Cuisance.

Nella ripresa i ragazzi di Zanetti cambiano decisamente approccio alla partita e con il passare del tempo riescono a conquistare terreno alzando il baricentro del gioco.

Mister Zanetti decide alzare il carico offensivo, esce Molinaro ed al suo posto debutta il neoacquisto Nani.

Ora sono i leoni ad attaccare a più riprese il fortino difensivo toscano.

Il goal del pari arriva al 73’: subito protagonista Nani con un veloce uno-due con Aramu per poi servire perfettamente Okereke che buca la porta di Vicario. Venezia 1, Empoli 1.

Passano tre minuti e sono i padroni di casa a sfiorare il vantaggio: Cuisance serve perfettamente Okereke che esplode un potente rasoterra, Vicario riesce a respingere, Henry è in buona posizione per concludere a rete con un tap-in ma il provvidenziale intervento di Tonelli salva l’Empoli.

Girandola di sostituzioni per entrambe le squadre all’80’: Andreazzoli decide di togliere Zurkowski ed inserire Asllani, Zanetti fa uscire Aramu per dare spazio a Busio.

Il Venezia continua a tenere alto il baricentro.

All’84’ mister Andreazzoli chiama un doppio cambio: escono Bandinelli e Bajrami, al loro posto entrano l’ex Stulac e Cutrone.

La partita volge al termine e dopo tre minuti di recupero oltre il novantesimo il triplice fischio del signor Giacomelli pone fine alle ostilità con il risultato finale di Venezia 1, Empoli 1.

Al termine della partita, il tecnico del Venezia Paolo Zanetti ha così analizzato il match:

Nel secondo tempo ho visto la squadra come l’avrei voluta vedere anche nel primo. Reagire ad un gol di svantaggio significa avere della qualità, così come anche forza di volontà, soprattutto non andando a perdere la nostra identità come è stato per noi oggi.

Nani ci ha dato tantissimo, oggi è entrato ed ha fatto la differenza. Confido che questo giocatore possa divenire un esempio per i più giovani per capire come entrare in campo e divertirsi.

Ovviamente il Covid ci ha penalizzato, ma non voglio che questo sia un alibi. La verità è che è che avremmo dovuto approcciare tutta la gara come abbiamo fatto nella seconda frazione di gioco.

Se riusciremo a diventare competitivi a livello mentale credo potremo riuscire a raggiungere i nostri obiettivi”.

Reazione di carattere della squadra di mister Zanetti che ha dominato il secondo tempo e grazie alla magia di Nani per Okereke ha riequilibrato il risultato della gara sfiorando il vantaggio con lo stesso Okereke prima ed Henry poi.

Un giusto risultato fra due squadre che hanno dominato un tempo a testa. 

Nella ventitreesima giornata, gli arancioneroverdi saranno ospiti dell’Inter a San Siro, mentre i toscani ospiteranno la Roma al Castellani.

IL TABELLINO:

Formazioni:

VENEZIA FC: 12 Lezzerini, 3 Molinaro (20 Nani 72’), 8 Tessmann (5 Vacca 35’), 10 Aramu (27 Busio 80’), 14 Henry, 21 Cuisance, 23 Kiyine (77 Okereke 35’), 31 Caldara, 32 Ceccaroni, 33 Crnigoj, 44 Ampadu. Allenatore: P. Zanetti

EMPOLI FC: 13 Vicario, 8 Henderson, 10 Bajrami (5 Stulac 84’), 20 Fiamozzi, 25 Bandinelli (9 Cutrone 84’), 26 Tonelli, 27 Zurkowski (23 Asllani 78’), 28 Ricci, 30 Stojanovic, 34 Ismajli, 99 Pinamonti. Allenatore: A. Andreazzoli.

Marcatori:

Zurkowski 26’ (EMP), Okereke 73’ (VEN)

Direttore di gara: P. Giacomelli Assistenti: D. Palermo, G. Perrotti. Quarto uomo: D. Minelli. VAR: D. Doveri. AVAR. G. Peretti. 

Spettatori: 3.805 con ingresso interdetto ai sostenitori della squadra ospite.

Incasso Totale: 71.999.00€

Most Popular

Recent Comments