venerdì, Giugno 21, 2024
HomeCalcioCalcio FemminileIl Venezia 1985 travolge il Padova nel derby (4-0)

Il Venezia 1985 travolge il Padova nel derby (4-0)

Tempo di lettura: 4 minuti

MARCON – La ventisettesima giornata del campionato di Serie C femminile (girone b) ci regala il classico dei derby veneti: Venezia 1985, contro Padova Femminile.

Nella gara d’andata il Venezia uscì vittorioso dal Vermigli per tre reti a due.

Il Padova arriva in laguna dopo la sconfitta casalinga di domenica scorsa con la Jesina per due reti a zero e scende al Rocco di Marcon, con una gran voglia di riscattarsi nel derby.

Centasso e compagne tornano fra le mura amiche dopo la brillate partita in casa della Triestina, vinta per quattro reti a zero. Le nero-oro stanno disputando una seconda parte del campionato con grande determinazione, lo conferma la striscia di cinque vittorie consecutive nelle ultime cinque gare.

Mister Murru può contare su tutta la rosa, eccezion fatta per la lungodegente Scaroni.

Sul campo è il Venezia a dare la prima potente zampata con Longato: non passa nemmeno un minuto dal fischio d’inizio che con un’azione in profondità dalla sinistra, Tosatto crossa al centro dell’area per Longato che di prima tira ed insacca la rete dell’uno a zero.

Al 10′ sono ancora le nero-oro a rendersi pericolose: Tosatto batte un corner dalla destra sul primo palo, interviene di corsa Centasso che incrocia di testa, ma il pallone esce di poco sul secondo palo.

Passano appena due minuti e sono nuovamente le leonesse a farsi pericolose con preciso passaggio di Longato che pesca centralmente Tosatto, la sette lagunare va al tiro, ma Parnoffi riesce a respingere.

Le biancoscudate non riescono a reagire.

Al 22′ sono ancora le padrone di casa a farsi pericolose: l’azione si sviluppa sulla destra con Dalla Santa, passaggio filtrante per Longato che entra in area e scaglia un bellissimo tiro a giro di sinistro, il portiere è brava ad opporsi, riuscendo a deviare con la punta delle dita in corner.

Al 24′ Il Venezia va al raddoppio: Ruggiero riesce ad intercettare sulla trequarti il rinvio del portiere biancoscudato, anticipando di forza l’attaccante, va al galoppo lungo tutta la fascia fino al limite del fondo, crossa al centro per Longato che, lasciata inspiegabilmente libera, insacca il pallone del due a zero. Doppietta per lei.

Al 37′ arriva il tris nero-oro: Roncato si incarica di battere il corner dalla destra, colpisce di testa Pivetta, il pallone si va a stampare sul montante, interviene Centasso sul rimbalzo, ma la sfera va nuovamente a colpire la traversa, la sfera le torna fra i piedi, ma questa volta non sbaglia ed infila la rete del tre a zero.

Le emozioni non finiscono qui. Al 45′ il Venezia segna la quarta rete: bella palla centrale di Gastaldin per Dalla Santa che avanza, imbucata veloce per Longato che si insinua fra le linee della difesa ospite e centralmente batte il portiere. Tripletta per la bomber lagunare.

Finisce così la prima frazione di gioco, con un Venezia in totale dominio del campo. Longato irrefrenabile segna un tris spettacolare. Il Padova fatica non poco a resistere alle continue incursioni avversarie e raramente riesce a superare la trequarti lagunare.

Nella ripresa gli equilibri non cambiano ed è il Venezia a fare la partita.

Al 12’st le leonesse ci riprovano con una discesa sulla destra di Tosatto che supera un difensore, cross al centro per Longato che appoggia all’indietro a Dalla Santa, conclusione di prima, ma la palla sfiora l’incrocio dei pali.

Al 23’st è Centasso a lanciare l’offensiva lagunare dalla trequarti, la sfera arriva a Conventi che spalle alla porta gira di prima a Dalla Santa, l’otto nero-oro si infila fra le maglie della difesa e tira un diagonale che esce di poco a lato a portiere battuto.

Reazione del Padova al 28’st: su un calcio d’angolo del Venezia, da una respinta partono in contropiede le biancoscudate, con le ospiti in superiorità numerica, arriva Plechero dentro l’area che scaglia un potente diagonale, ma la palla esce sul secondo palo.

Ancora una bella azione manovrata del Padova al 37’st, Gallinaro scaglia un violento diagonale che Paccagnella riesce a deviare in corner.

Al 43’st le leonesse vanno vicine alla quinta rete: sulla destra Dalla Santa lancia Compagno che si invola, fa un bellissimo cross al centro, si stacca Conventi e colpisce l’incrocio dei pali, sul tap-in interviene Ruggero, ma Parnoffi riesce a parare.

Al 45’st viene annullata una rete al Venezia per off-side: Hervieux sale sul motorino sulla fascia destra, si accentra, tira di prima, il portiere con il piede riesce a metterci una pezza, arriva come un falco Ruggiero che mette in rete, il guardalinee segnala la sua posizione irregolare e prontamente il Direttore di gara annulla il goal.

Finisce con un netto quattro a zero il derby fra Venezia 1985 e Padova Femminile. Un primo tempo ad altissimo livello per le ragazze di mister Murru che travolgono un Padova che non è quasi mai riuscito ad esprimere un gioco pericoloso. Grandissima prestazione di Longato che segna la tua personale tripletta. Secondo tempo di contenimento per Conventi e compagne, in cui le ospiti tentano un paio di incursioni.

Nel prossimo turno il Venezia 1985 giocherà nuovamente al Rocco nella sfida diretta con il Riccione, provando il sorpasso in classifica. Il Padova Femminile ospiterà in casa il Südtirol.

TABELLINO

FORMAZIONI

VENEZIA CALCIO 1985: 1 Paccagnella, 31 Ruggiero, 5 Malvestio, 43 Pivetta, 27 Vivian, 7 Tosatto (10 Hervieux 15’st), 13 Roncato (22 Canciello 4’st), 90 Centasso (3 Compagno 41’st), 2 Gastaldin (20 Baldan 19’st), 8 Dalla Santa, 9 Longato (45 Conventi 21’st). Allenatore: Murru

PADOVA FEMMINILE: 99 Parnoffi, 24 Spinelli, 27 Plechero, 4 Fabbruccio, 5 Paladini, 29 Michelon, 7 Martinuzzi (71 Perego, 3’st), 8 Panza (40 Sensi 11’st), 15 Rizzioli, 20 Ciavatta (33 Pasquali 11’st), 21 Gallinaro. Allenatore: Pepato

Marcatori: 1′, 24′, 45′ Longato (VEN); 37′ Centasso (VEN)

Corner: 11 a 4 per il Venezia 1985

Arbitro: M. Zini della sezione di Udine Assistenti: S. Petarlin della sezione di Vicenza e J. Francia della sezione di Mestre

Most Popular

Recent Comments