domenica, Giugno 16, 2024
HomeCalcioCalcio FemminileCoppa Italia Femminile Serie C: Lo squillo di Tosatto illude il Venezia...

Coppa Italia Femminile Serie C: Lo squillo di Tosatto illude il Venezia 1985, il Portogruaro pareggia a tempo scaduto con Battaiotto 1-1

Tempo di lettura: 3 minuti

PORTOGRUARO – Nel secondo turno dei gironi di Coppa Italia Femminile di Serie C, le leonesse di mister Murru sono ospiti al Pier Giovanni Mecchia di Portogruaro per l’ultimo match ufficiale del 2022.

Penultima partita della prima fase a gironi. Le nero oro provengono dalla sconfitta casalinga per due reti a zero subita nel derbissimo con il Venezia FC. La squadra di mister Bisioli è reduce dal pareggio per 1-1 con la Triestina Calcio Femminile.

Mister Murru decide per un profondo turnover della squadra, così da poter dare spazio alle atlete che giocano meno e poter provare nuovi schemi e tattiche.

Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento per ricordare Sinisa Mihajlovic, scomparso ieri a 53 anni a Roma dopo una lunga malattia.

Sul campo sono le lagunari a creare la prima occasione pericolosa al 3′: Tosatto si invola sulla destra, cross al centro dell’area per Longato che va a colpire di testa, ma la palla esce di poco sopra il montante.

Passano tre minuti e le leonesse ci riprovano: lancio lungo da centro campo sulla destra di Tasso per Tosatto che entra in area, cerca di saltare un difensore, il portiere va in uscita e riesce a deviare in corner.

Le ospiti hanno in mano il pallino della partita ma le granata difendono con ordine.

Ancora le nero-oro pericolose al 20′: profonda incursione di Amidei fino all’out di sinistra che libera Longato, tiro al volo, Fontana riesce a respingere con un piede, la sfera esce dall’area, Baldan c’arriva per prima e scarica il tiro, ma la palla esce di un soffio sfiorando l’incrocio dei pali.

Si susseguono le azioni pericolose delle ospiti: al 30′ Amidei sulla fascia sinistra dà l’imbucata per Tosatto che dal limite della line di fondo entra in area, prova il tiro, ma Fontana è attenta.

Al’ 45esimo il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi con il risultato ancora fermo sullo zero a zero.

Una prima frazione a trazione anteriore per le ospiti che hanno dominato il campo. Il Portogruaro si difende con ordine.

Mister Murru può dirsi soddisfatto della prestazione delle sue ragazze nonostante non abbiano trovato ancora la via del goal. Bisogna evitare cali di concentrazione che potrebbero rivelarsi fatali. Mister Bisioli dovrà fare di tutto per alzare il baricentro di gioco della sua squadra.

Nella ripresa sono le granata a spingere subito sull’acceleratore con una bella incursione dalla destra, la palla è crossata al centro per Durigon che scarica il tiro, Skofelt non si fa sorprendere e con un gran gesto atletico compie una parata all’indietro.

Al 55′ le leonesse vanno vicine al goal: azione sulla destra di Tasso che crossa al centro, respinge la difesa, arriva come un fulmine Baldal che calcia di prima ma colpisce in pieno il palo.

AL 62′ dopo un batti e ribatti in area la palla arriva sui piedi di Gastaldin che tira di prima, Fontana respinge con il piede.

Al 66′ arriva la rete del Venezia che sblocca il risultato: gioco a due fra portiere e difensore granata, arriva Tosatto come un falco, ruba la palla e trafigge Fontana. Portogruaro 0, Venezia 1.

Ancora le nero oro in avanti al 76′: lancio di Gastaldin per Canciello che entra in area, un errore del difensore granata permette alla ventidue nero-oro di tirare, ma la palla non è precisa e prende in pieno il palo basso vicino al portiere.

Al terzo minuto di recupero oltre il novantesimo, sono le padrone di casa a trovare l’insperato pareggio: azione personale di Battaiotto sulla fascia destra che vince tre contrasti prima di sparare in porta con l’esterno destro. Portogruaro 1, Venezia 1.

La partita termina qui, con il Portogruaro che conquista un pareggio in extremis indovinando l’ultima azione della partita.

Un pareggio obbiettivante stretto per il Venezia che ha lottato per quasi novanta minuti. Un Porto cinico che ha sfruttato al meglio l’opportunità che si è creato con Battaiotto.

Mister Murru ha avuto l’occasione di far ruotare la squadra e di testare alcuni schemi di gioco.

Nella prossima ed ultima partita dei girone di Coppa, il giorno otto di gennaio, il Venezia Calcio 1985 ospiterà in casa la Triestina mentre il Portogruaro sfiderà al Taliercio il Venezia FC.

TABELLINO

Le formazioni:

PORTOGRUARO CALCIO FEMMINILE: 1 Fontana, 2 Desiati, 3 Vittoria Gava, 4 Raicovi (17 Patriarca 37’st), 5 Volpatti, 6 Carlotta Gava, 7 Finotto (15 Piemonte 25’st), 8 Durigon, 9 Codarin, 10 Bigaran (18 Tollardo 1’st), 11 Battaiotto. Allentore: V. Bisioli

VENEZIA CALCIO 1985: 12 Skofelt, 15 Wester (6 Bortolato 13’st), 5 Malvestio, 14 Baldassin, 4 Amidei, 7 Tosatto (19 Boschiero 24’st), 20 Baldan (22 Canciello 13’st), 17 Fusetti (13 Roncato 24’st), 27 Vivian (2 Gastadin 1’st), 16 Tasso, 9 Longato. Allenatore: G. Murru

Marcatori: 21’st Tosatto (VEN), 47’st Battaiotto (POR)

Ammonizioni: 7′ Wester (VEN), 42′ Baldassin (VEN)

Corner: Portogruaro 0, Venezia 3.

Arbitro: Paccagnella di Bologna Assistenti: Miftia e Brunzin di Portogruaro (VE)

Most Popular

Recent Comments