venerdì, Giugno 21, 2024
HomeCalcioCalcio FemminilePioggia di goal al Ceschel: pokerissimo del Riccione sul Venezia 1985 3-5

Pioggia di goal al Ceschel: pokerissimo del Riccione sul Venezia 1985 3-5

Tempo di lettura: 3 minuti

QUARTO D’ALTINO – Nella seconda giornata del campionato di Serie C femminile, il Venezia 1985 ospita allo stadio Radames ed Enrico Ceschel di Quarto d’Altino, la formazione del Riccione.

Le nero oro scendono nuovamente in campo dopo il primo passo falso di Lumezzane con una gran voglia di riscatto. La biancazzurre arrivano in laguna reduci della vittoria fuori casa con il Portogruaro, con la volontà di allungare a due, la striscia dei risultati positivi.

Prima del fischio d’inizio, le due formazioni osservano un minuto di raccoglimento in onore delle vittime dell’alluvione nelle Marche.

Crediti fotografici: Venezia Calcio 1985

In campo sono le leonesse a procurarsi la prima occasione pericolosa: gran tiro dai venticinque metri di Tasso che va a colpire in pieno il montante.

Al quarto minuto sono ancora le padrone di casa a cercare l’affondo: bella palla lavorata sulla sinistra di Vivian, cross al centro, tiro a giro di Longato verso il palo più lontano, ma la passa esce a fil di palo.

Sono le emiliane a sbloccare il punteggio al 20′: su un batti e ribatti al limite dell’area, tiro improvviso di Uzqueda che inganna l’estremo difensore nero-oro e la palla va nel sacco. Venezia 0, Riccione 1.

Crediti fotografici: Sportveneto

Passa appena un minuto ed il Riccione va al raddoppio: palla lanciata lunga per Filippi che supera Malvestio e trafigge Paccagnella in uscita. Venezia 0, Riccione 2.

Reazione delle leonesse al 29′: calcio piazzato dalla sinistra di Malvestio che mette al centro, svetta di testa Conventi che colpisce in pieno la traversa, sul tap-in interviene Vivian di testa che buca Boaglio. Venezia 1, Riccione 2.

Al 39′ sono le biancazzurre ad andare nuovamente a segno: errore di Paccagnella che svirgola malamente il rinvio, recupera palla Edoci che deposita in rete a porta vuota. Venezia 1, Riccione 3.

Al 41′ sono le ospiti ad andare nuovamente a segno. Copia firma il poker biancazzurro direttamente da calcio di punizione, complice un’errore del numero uno lagunare. Venezia 1, Riccione 4.

Al 45′ il direttore di gara manda le due squadre negli spogliatoi con il parziale punteggio di quattro a uno per il Riccione.

Le nero-oro debbono trovare la necessaria concentrazione per cercare di raddrizzare il match.

Al 65′ arriva la “manita” del Riccione: lancio lungo della difesa ospite, Edoci scatta perfettamente sulla linea del fuorigioco e si presenta a tu per tu con Paccagnella, depositando in rete il quinto goal.

Al 68′ le leonesse provano a reagire: lancio preciso di Canciello sulla destra per Scaroni che in corsa lancia una sassata che colpisce in pieno il montante.

Il lavoro delle nero-oro viene premiato al 70′: cavalcata sulla sinistra di Tasso che entra in area sulla linea di fondo, tira in porta, il legno respinge, accorre Vivian che riesce a mettere nel sacco ed accorciare le distanze. Venezia 2, Riccione 5.

Crediti fotografici: Sportveneto

All’83’ le nero-oro sono in inferiorità numerica a causa di un infortunio a Vivian.

All’89’ sono ancora le lagunare a spingere in avanti: Scaroni vola sulla sinistra, entra in area, tira, il portiere devia in corner.

Al novantesimo il signor Niccolai concede quattro minuti di recupero.

La tenacia premia le padrone di casa che al 92′ riescono ad accorciare: calcio piazzato da centro campo di Malvestio per Tosatto al centro dell’area che scarta l’avversaria e batte il portiere. Venezia 3, Riccione 5.

Con il triplice fischio del direttore di gara, al 94′ termina l’incontro.

Se nel primo tempo le padrone di casa non sono riuscite a contenere il gioco delle biancazzurre, nel secondo tempo si è vista la reazione di carattere delle leonesse che hanno attaccato con grande determinazione riuscendo a diminuire pesante negativo del primo tempo.

Seconda sconfitta in due partite di campionato, con un passivo di reti subite che passa già a doppia cifra.

Si attende più che mai una prestazione di carattere già dalla prossima partita, mercoledì 29 settembre in casa della Sambenedettese.

Seconda vittoria per il Riccione che sbancando anche il Ceschel, si assesta a punteggio pieno in testa alla classifica. Nel prossimo match di campionato, il 28 settembre, le emiliane ospiteranno in casa lo Jesina femminile.

TABELLINO

Le formazioni:

VENEZIA CALCIO 1985: 1 Paccagnella, 2 Gastaldin (20 Baldan 46′) , 4 Amidei, 5 Malvestio, 6 Bortolato (23 Scaroni 62′), 9 Longato (7 Tosatto 58′), 14 Baldassin, 16 Tasso, 27 Vivian, 45 Conventi (22 Canciello 46′), 90 Centasso (13 Roncato 70′). Allenatore: Murru

ASD FEMMINILE RICCIONE: 1 Boaglio, 2 Ciavatta, 3 Moscia, 4 Neddar, 5 Greppi, 6 Copia (13 Albani 88′), 7 Uzquelda, 8 Pederzani, 9 Schipa(19 Mastel 65′), 10 Filippi (18 Calli 62′), 11 Edoci. Allenatore: Geonvesio

Marcatori: Uzqueda 20′ (RIC), Filippi 21′ (RIC), Vivian 29′, 70′ (VEN), Edoci 39′,65′ (RIC), Copia 41′ (RIC), Tosatto 90’+2 (VEN).

Ammonizioni: Bortolato (VEN) 29′, Baldassin (VEN) 60′, Pederzani (RIC) 78′.

Corner: 2 Venezia 1985, 4 Riccione.

Arbitro: A. Niccolai di Pistoia Assistenti: M.Bellinato e M.G. Tolusso di Mestre

Most Popular

Recent Comments