mercoledì, Giugno 12, 2024
HomeCalcioCalcio FemminileIl Padova femminile vince in rimonta e fa suo il derby con...

Il Padova femminile vince in rimonta e fa suo il derby con il Venezia 1985. Al Rocco finisce 2-3

Tempo di lettura: 3 minuti

MARCON – Nella quarta giornata del campionato di Serie C femminile (girone b), le ragazze di mister Murru ospitano il Padova femminile. Derby veneto particolarmente sentito dalla due formazioni che si presentano molto concentrate all’appuntamento.

Spalti del Nereo Rocco gremiti per l’occasione con il sindaco di Marcon, Matteo Romanello, presente fra il pubblico. Tifoseria di casa organizzata con tamburi, bandierine e fumogeni nero-oro.

Le leonesse tornano a giocare in casa, dopo la prestazione maiuscola con la Sambenedettese. Il Padova, partito decisamente meglio delle lagunari in campionato, arriva al Rocco reduce dalla prima sconfitta rimediata in casa con il Portogruaro Calcio Femminile.

In campo, già dai primi minuti di gioco, le squadre si affrontano a viso aperto sulla mediana.

Al 15′ sono le lagunari a sbloccare il risultato: l’azione si sviluppa rapida sulla destra con Tosatto, cross al centro pennellato per Conventi che con una mezza girata trafigge Rolfini sul suo palo. Venezia 1, Padova 0.

Al 35′ arriva il raddoppio delle leonesse: grande prestazione di Tasso che con personalità ruba palla sulla trequarti, arriva in velocità fino all’out di sinistra e crossa al centro, interviene per prima Balestro che nel tentativo di rinviare, devia malamente nella propria rete, spiazzando Rolfini. Venezia 2, Padova 0.

Il Venezia sembra padrone del campo con le biancoscudate che faticano a contenere le incursioni avversarie.

Passano appena due minuti e sono nuovamente le padrone di casa a rendersi pericolose con Longato che spara un potente diagonale, il dodici patavino è attenta e devia in fallo laterale.

Al 43′ è il Padova a dimezzare lo svantaggio: azione sulla sinistra delle biancoscudate con Spagnolo, arriva fino all’out, interviene Bortolato stendendo il ventidue del Padova, il direttore di gara indica il dischetto dagli undici mentri. Dal penalty si incarica Fabbruccio che batte sulla sinistra Paccagnella. Venezia 2, Padova 1.

Al termine dei primi quarantacinque minuti, il signor Radovanovic non concede recupero e manda le squadre negli spogliatoi.

Una prima frazione a trazione anteriore per le nero-oro che dopo una prima fase interlocutoria a centro campo, hanno preso in mano il pallino della partita. Un bel goal di Conventi ed un’autorete di Balestro portano avanti il Venezia, a due minuti dal termine, un’ingenuità di Bortolato su Spagnolo, concede il penalty a Fabbruccio che non sbaglia dagli undici metri.

Nella ripresa sono le ospiti a fare la partita giocando con maggiore intensità.

Al 51′ il Padova pareggia il conto delle marcature: sgroppata sulla destra di Carli, cross al centro per Donà che arriva in volata e segna. Venezia 2, Padova 2.

Al 60′ le biancoscudate mettono la freccia: Carli si invola sulla sinistra, arriva fino alla linea di fondo e tira in porta, Paccagnella riesce a respingere, la palla arriva a Donà che con un tap-in insacca. Doppietta per il venti biancorosso.

Le lagunari non riescono a reagire, il Padova è padrona del campo.

All’85’ sono le padrone di casa a farsi pericolose: cross dalla sinistra di Canciello per Longato, tiro di prima, ma Rolfini è attenta e riesce a deviare in corner con la punta dei guanti. Dal corner è Malvestio a provare il tiro diretto a rete, un tiro quasi perfetto che va a colpire in pieno il secondo palo.

Arrembaggio finale del Venezia.

All’87’ sono ancora la padrone di casa a rendersi pericolose: fuga di Canciello sulla sinistra, cross per Baldan che dal limite dell’area prova il tiro in corsa, ma la mira non è precisa ed il tiro esce di poco a lato.

Il Direttore di Gara concede cinque minuti di recupero oltre il novantesimo.

Al 91′ arriva l’ultimo assalto nero-oro: lancio millimetro di Longato per Canciello che a centro area supera con un pallonetto l’estremo difensore, calcia in porta, ma Biasiolo sulla linea di porta respinge in calcio d’angolo.

Al quinto minuto di recupero, con il triplice fischio dell’arbitro, termina l’incontro che vede il Padova espugnare il Rocco di Marcon.

Una prestazione a due facce quella vista oggi del Venezia, un primo tempo passato per buona parte in dominio, con la partita che sembrava ormai indirizzata. Nella ripresa assistiamo ad un’altra partita, un Padova corsaro che ci crede fin dal rientro in campo, le nero-oro non solo non sono in grado di gestire il vantaggio, ma permettono alle avversarie di segnare le due reti che decretano la terza sconfitta in quattro partite finora giocate.

Una prestazione di carattere del Padova che si aggiudica meritatamente i tre punti in palio ed il derby Veneto.

Nella quinta giornata di campionato, il Venezia Calcio 1985 sarà ospite in Toscana del Rinascita Doccia, il Padova Femminile ospiterà lo Jesina.

TABELLINO

Le formazioni:

Venezia Calcio 1985: 1 Paccagnella, 6 Bortolato, 5 Malvestio, 90 Centasso, 4 Amidei, 7 Tosatto, 2 Gastaldin (20 Baldan 61′), 9 Longato, 27 Vivian, 16 Tasso (23 Scaroni 76′), 45 Conventi (22 Canciello 60′). Allenatore: Murru

Calcio Padova Femminile: 12 Rolfini, 4 Fabbruccio (10 Costantini 56′), 8 Dal Fra (11 Carli 46′), 9 Biasiolo, 15 Rizzioli (16 Callegaro 46′), 17 Balestro, 20 Donà, 22 Spagnolo, 24 Spinelli (7 Gallinaro 29′), 27 Lovato, 29 Michelon (28 Mele 56′). Allenatore: Montresor

Marcatori: Conventi 15′ (VEN), Balestro 35′ A.G. (PAD), Fabbruccio 43′ R. (PAD), Donà 51′ – 60′ (PAD)

Direttore di gara: N. Radovanovic di Maniago – Assistenti: E. Benini e F. Mazzon di Venezia

Calci d’angolo:7 Venezia 1985, 2 Padova Calcio Femminile

Stadio: Stadio Comunale Nereo Rocco di Marcon (Ve)

Most Popular

Recent Comments