mercoledì, Giugno 12, 2024
HomeCalcioCalcio FemminileIl Venezia 1985 non va oltre il pari con la Triestina Calcio...

Il Venezia 1985 non va oltre il pari con la Triestina Calcio Femminile. A Longato risponde Usenich 1-1

Tempo di lettura: 3 minuti

VILLA VICENTINA (UD) – Una giornata soleggiata ma particolarmente ventosa accoglie le ragazze di mister Murru, ospiti oggi della Triestina, al Campo Sportivo “G. Del Bianco” di Villa Vicentina. Decima giornata del campionato di Serie C femminile (girone b). Le leonesse scendono nuovamente in campo cariche delle sei reti con cui hanno chiuso la pratica Jesina domenica scorsa. Mister Murru suona la carica per portare a casa i tre punti, utili per scalare la classifica e tentare il sorpasso su Venezia FC (a pari punti) ed il Padova, sopra di una lunghezza. Le alabardate tornano fra le mura amiche dopo l’importante vittoria sul Portogruaro, la seconda in questo campionato. La squadra di mister Melissano, ha bisogno di punti per uscire al più preso dalla zona calda della classifica, oggi tenterà lo sgambetto alle nero-oro.

La prima azione pericolosa arriva al secondo minuto, sono le ospiti a cercare l’affondo con il bomber Conventi che riceve un bel cross dalla destra di Tosatto, a centro area il quarantacinque nero-oro stacca di testa ma la sfera esce di poco sopra la traversa.

Al 16′ le leonesse sbloccano il risultato: l’azione si sviluppa da una percussione centrale di Boschiero, libera al centro Longato che in velocità supera un difensore, si presenta a tu per tu con Storchi e la trafigge. Triestina 0, Venezia 1.

Reazione delle biancorosse al 30′: calcio piazzato dalla destra, la palla è diretta sul secondo palo, interviene Virgili che calcia di prima, ma Paccagnella è attenta e neutralizza.

Sono ancora le padrone di casa a rendersi pericolose al 35′ con un cross da destra pennellato su Paoletti, la sette alabardata sola davanti a portiere scarica il tiro, ma Paccagnella con un mezzo miracolo riesce ad impedire il goal del pari.

Al 41′ sono le lagunari a farsi pericolose: preciso cambio di campo dalla sinistra a destra di Longato, Tosatto fa suo il pallone, entra in area, tiro in diagonale ma il pallone esce a fil di palo.

Al quarantacinquesimo il signor D’Agniello manda le due squadre negli spogliatoi.

Nero-oro avanti di una rete grazie allo squillo di Longato, Murru può dirsi soddisfatto della prestazione, deve evitare cali di ritmo e concentrazione. Melissano ha bisogno di alzare il baricentro e la qualità delle giocate in fase offensiva.

La prima occasione pericolosa della seconda frazione se la procurano le padrone di casa al 28’st : calcio d’angolo dalla destra sul secondo palo, arriva Paoletti come un falco in scivolata e colpisce il pallone, Paccagnella d’istinto riesce a respingere con il piede.

Le friulane ci credono e continuano a spingere in avanti. Il fortino lagunare tiene bene.

Al 30’st le alabardate riescono ad affondare il colpo e segnano il pari: l’azione si sviluppa sulla sinistra, cross sul secondo palo, interviene Usenich lasciata libera, va al tiro e trafigge Paccagnella. Triestina 1, Venezia 1.

Passano sei minuti ed il Venezia ha l’occasione per passare in vantaggio: su azione della Longato a centro area, interviene Storchi che le frana addosso ed il direttore di gara non ha dubbi indicando il dischetto del penalty. Dagli undici metri si incarica Malvestio, il tiro non è preciso ed il pallone va fuori. Il punteggio resta invariato.

Le leonesse non si arrendono e ci riprovano al 43’st con Longato che dopo una percussione centrale entra in area, calcia di sinistro ma la palla esce sfiorando l’incrocio dei pali a portiere battuto.

Passa un minuto e le ospiti si fanno nuovamente avanti: azione sulla sinistra di Canciello che libera il tiro in diagonale, la palla esce sfiorando il palo opposto a portiere nuovamente battuto.

Dopo cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara termina l’incontro.

Partita deludente per le nero-oro che dopo un primo tempo in netto controllo, perdono il pallino del gioco. Mister Melissano è riuscito nella ripresa a far alzare il baricentro alla propria formazione, costringendo le ospiti a chiudersi in difesa. Reazione delle lagunari dopo il pari di Usenich che falliscono il penalty con Malvestio. Un risultato tutto sommato giusto per quanto visto sul campo.

Le due squadre si dividono la posta. La Triestina porta a casa un punto prezioso per la classifica, mentre al Venezia non riesce il sorpasso sul Padova Calcio Femminile.

Nella quattordicesima giornata il Venezia 1985 ospiterà al N.Rocco il Vicenza Calcio Femminile, La Triestina Calcio Femminile ospiterà nuovamente in casa lo Jesina Femminile.

TABELLINO

Le formazioni:

TRIESTINA CALCIO FEMMINILE: 1 Storchi, 3 Usenich, 4 Pearescotti, 5 Virgili, 6 Alberti, 7 Paoletti, 9 Zanetti, 10 Tortolo, 12 Blarzino, 23 Gallo (20 Nemaz 20’st), 37 Desinano (55 Sandrin 25’st). Allenatore: Melissano

VENEZIA CALCIO 1985: 1 Paccagnella, 6 Bortolato, 5 Malvestio, 14 Baldassin, 4 Amidei, 7 Tosatto, 2 Gastaldin (17 Fusetti 37’st), 90 Centasso, 19 Boschiero (22 Canciello 1’st), 45 Conventi (20 Baldan 20’st), 9 Longato. Allenatore: Murru

Arbitro: G. D’Agnillo di Vasto Assistenti: A. Plozner di Gradisca d’Isonzo, E. Banello di Tolmezzo

Marcatori: 16′ Longato (VEN), 30’st. Usenich (TRI)

Note: 36′ St. rigore fallito di Malvestio (VEN)

Calci d’angolo: Triestina 2, Venezia 5.

STADIO: Campo Sportivo “G. Del Bianco” di Villa Vicentina

Most Popular

Recent Comments