mercoledì, Giugno 12, 2024
HomeCalcioCalcio FemminileIl Venezia Calcio 1985 strappa un pari con il Lebowski che vale...

Il Venezia Calcio 1985 strappa un pari con il Lebowski che vale la salvezza. 1-1

Tempo di lettura: 3 minuti

TAVERNUZZE (FI) – In occasione della ventottesima e terzultima giornata del campionato di Serie C femminile (girone b), le ragazze di mister Murru fanno visita al Centro Storico Lebowski.

Le leonesse tornano in campo dopo l’esaltante vittoria contro il Bologna (1-0), neopromossa in serie B.

Le grigio-nere tornano fra le mura amiche dopo il pari (0-0) rimediato in casa del Villorba Women.

Nella gara di andata, al Nereo Rocco di Marcon, le lagunari si erano imposte sulle toscane con un netto cinque a zero.

Le padrone di casa proveranno a riscattare la pesante sconfitta dell’andata per poter trovare punti preziosi ed uscire dalla zona calda della classifica.

Alle nero-oro potrebbe bastare anche un pareggio per vedersi garantita matematicamente la salvezza ed evitare così i play-out.

Mister Murru deve fare i conti con un’infermeria ancora particolarmente affollata. Sono assenti: Baldassin, Dalla Santa, Conedera, Roncato, e Cecchinato.

Crediti fotografici: VENEZIA CALCIO 1985

Sul campo sono le padrone di casa a creare la prima occasione pericolosa al 4′: l’azione si sviluppa da un cross sulla sinistra dalla linea di fondo, verso il secondo palo, Carrozzo si tuffa di testa ma la sfera esce di pochissimo a lato.

Al 15′ è il Lebowski a sbloccare il risultato: errore difensivo delle nero-oro, arriva la palla sui trenta metri a Carrozzo, scarica una fiondata in porta che va a trafiggere Paccagnella, poco sotto la traversa. Lebowski 1, Venezia 0.

Al 26′ arriva la reazione delle ospiti: da un corner a favore del Venezia, la sfera esce fuori dall’area ed arriva a Vivian che scaglia un tiro secco che va di poco oltre il montante.

Infortunio al ginocchio per Bortolato che è costretta ad uscire al 21’pt, al suo posto entra Boschiero.

Sono ancora le leonesse al 31’pt a creare qualche grattacapo alla difesa grigio-nera: dalla destra Tasso converge al centro, scarica per Longato che dai venticinque metri libera un potente sinistro, costringendo Manfredini alla parata in due tempi.

La partita si sta trasformando in un assedio del Venezia, ma la difesa di casa è ben organizzata.

Sono ancora le ospiti a farsi pericolose al 40’pt: Tasso lavora la palla centralmente fino al limite dell’area, scarica a sinistra per Longato che tira di prima intenzione, ma la palla esce di poco a fil di palo.

Il primo tempo si chiude con un’ultima azione delle ospiti al 45’pt: dalla sinistra Longato passa centralmente il pallone al limite dell’area per Tosatto che tira di prima, ma il pallone esce di poco a lato sul palo destro.

Una prima frazione giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Più concreto il Lebowski che riesce a sbloccarla nei primi minuti. Il resto della partita è un assedio nero-oro. La difesa delle padrone di casa è un muro che le avversarie faticano a superare.

Nella ripresa sono ancora le ospiti a farsi pericolose all’8’st: punizione centrale dai venticinque metri, ad incaricarsi della punizione è Tosatto che batte a giro un tiro perfetto, destinato ad infilarsi sotto la traversa, ma Manfredini è molto attenta e riesce a deviare in corner.

Ancora un attacco delle lagunari al 15’st: punizione dalla trequarti di destra di Malvestio sul secondo palo, arriva Conventi di testa che schiaccia, ma la palla continua ad uscire a fil di palo.

Passano appena due minuti ed al 17’st c’è un ribaltamento di fronte, le padrone di casa riescono a penetrare la difesa del Venezia, Sacchi ci prova due volte ma Paccagnella è insuperabile.

Le leonesse riescono a riagguantare il pari al 35’st: palla sulla sinistra lavorata dal Gastaldin che poi sposta il gioco a destra, al limite dell’area arriva Tosatto che di prima tira un diagonale che si infila sotto l’angolo opposto. Lebowski 1, Venezia 1. Per Tosatto è la terza rete in tre gare consecutive.

Negli ultimi dieci minuti gli equilibri non cambiano e dopo quattro minuti di recupero oltre in novantesimo, il signor. Tassano, chiude le ostilità.

Un bel secondo tempo, tutto all’attacco per la squadra ospite che ha voluto a tutti i costi riequilibrare il risultato. Le squadre si dividono la posta.

Il Lebowski si vede sfumare due punti preziosi a dieci minuti dal termine. Le padrone di casa dovranno lottare nelle prossime tre gare per evitare la retrocessione diretta e giocarsi i play-out.

Con questo pareggio, il Venezia conquista matematicamente la salvezza.

Nella ventinovesima giornata, il Venezia Calcio 1985 ospiterà in casa il Venezia FC nel derbissimo tutto Veneziano. Il Lebowski sarà ospite della Triestina.

TABELLINO

Le formazioni:

CENTRO STORICO LEBOWSKI: 1 Manfredini, 2 Corsiani, 3 Briccolani, 4 Pini (16 Diamanti 22’st), 5 Tanini, 6 Baroni, 7 Erriquez, 8 Orlandi, 9 Sacchi (13 Metani 38’st), 10 Valoriani (19 Ferrari 22’st), 11 Carrozzo. Allenatore: Serrau

VENEZIA CALCIO 1985: 1 Paccagnella, 6 Bortolato (19 Boschiero 21’pt), 27 Vivian, 5 Malvestio, 4 Amidei, 7 Tosatto, 2 Gastaldin (17 Fusetti 36’st), 90 Centasso (20 Baldan 36’st), 16 Tasso, 45 Conventi (11 Guizzonato 44’st), 9 Longato. Allenatore: Murru

Arbitro: F. Tassano di Chiavari Assistenti: R. Palermo di Pisa e L. Magherini di Prato

Marcatori: 15’pt Carrozzo (LEB), 35’st Tosatto (VEN).

Ammoniti: 31′ Pini (LEB) 41’pt Tosatto (VEN)

Corner: 5-3 per il C.S. Lebowski

Stadio: Ascanio Nesi di Tavernuzze (FI)

Most Popular

Recent Comments